Crea sito
 
Nov 01 2018

Vigilia della Commemorazione dei defunti

8

Alle ore 18, del 1° Novembre, le campane del Duomo di Barga, risuoneranno secondo un rito, voluto dall’abate benedettino sant’Odilone di Cluny nel 998, dedicato alla Commemorazione dei Defunti.
La riforma cluniacense, che in seguito sarà estesa a tutta la Chiesa Cattolica, stabilì che le campane dell’abbazia, fossero fatte suonare con rintocchi funebri, dopo i vespri del 1º novembre per celebrare i defunti, e il giorno dopo, l’Eucaristia, sarebbe stata offerta “pro requie omnium defunctorum”.
La modalità di esecuzione è stata narrata anche in un testo di Gualtiero Pia, profondo conoscitore delle nostre tradizioni:
” Prima s’era diffuso [..] il suono a distesa della campana grossa, blando e mèsto.
Quindi, a intervalli regolari, i rintocchi gravi delle tre campane [..]
Furono, come ogni anno, rintocchi tristi che [..] richiamavano alla memoria in quella mèsta ricorrenza, persone care ormai scomparse dalla vita terrena e che laggiù, nella piana di Sigliari, avvolte in un grande silenzio, forse ascoltavano e aspettavano qualche rinnovato gesto d’amore.
[..] E furono anche rintocchi per i tanti rimasti a riposare in terre lontane, forse senza nemmeno più la pietà di un fiore.”
Dopo il suono della campana “Grossa”, seguiranno 12 rintocchi sulle tre campane.
Un numero simbolico e pieno di significato: 12 sono le tribù d’Israele, 12 sono gli Apostoli, per estensione, è il numero che designa il popolo di Dio dell’Antico e del Nuovo Testamento, nella sua totalità.

 

Nov 01 2018

Tutti i Santi

1

2

3

4

5

6

7